Archivio Video

Agropoli, applausi e commozione in piazza con gli ex sindaci della città

Il video dell’iniziativa tenutasi domenica scorsa in piazza e promossa dalla coalizione Agropoli Bene Comune

abateSi è aperta così, fra commozione e applausi, la kermesse tenuta domenica dalla coalizione Agropoli Bene Comune a sostegno di Agostino Abate, presentata dalla giornalista Angela Russo. Piazza gremita ed attenta alle testimonianze ed alle riflessioni esternate dagli ex sindaci Florigi De Feo, Paolo Caputo, Bruno Mautone e Antonio Domini, dall’ex vice-sindaco Mario Capo e dall’ex senatrice Olimpia Vano.
Ognuno ha sottolineato come tutti gli amministratori, pur se in maniera discreta e silenziosa, hanno contribuito alla crescita strutturale, politica, sociale e democratica di Agropoli.
Mai nessuno – è stato il concetto ribadito da tutti – si era azzardato ad apostrofare i precedenti amministratori come “il nulla” (battuta infelice e poco elegante dell’attuale sindaco uscente).

La discussione è stata incentrata sull’unanime valutazione del perché nessuno dei precedenti sindaci abbia mai spinto l’ente verso il record di indebitamento raggiunto dall’amministrazione Alfieri e sono state ricordate le tante opere pubbliche ideate, cantierizzate e progettate dai precedenti amministratori della città.

gente-comizio-abcLa serata ha riportato spunti anche di progettualità future e di idee innovative che hanno trovato spazio pure nei suggerimenti arrivati dagli ospiti intervenuti.
Il candidato sindaco Agostino Abate, poi, ha nuovamente rimarcato la volontà di dare vita ad un progetto amministrativo lungimirante, teso ad una programmazione sana, senza sprechi, ma forte della condivisione e della partecipazione di tutte le componenti della città.

La lettura dei nominativi che compongono le liste di “Agropoli Libera” ed “Agropoli al Centro” ha messo il sigillo ad una serata entusiasmante che svaniva sullo sfondo di una splendida immagine notturna di Agropoli sulla quale campeggiava la scritta: “Questi sindaci non sono il nulla, sono uomini che con le loro idee hanno contribuito alla crescita della città, nel rispetto della legalità, delle regole e della dignità umana. Noi li ringraziamo e conserviamo integro il loro ricordo”.

Ospedale di Agropoli, i disagi causati dalla chiusura in un servizio di Studio Stratego

A due mesi dalla conversione del nosocomio non si fermano gli appelli per restituire ai cittadini del Cilento il diritto alla salute

Ospedale 022Agropoli. Sono trascorsi quasi due mesi dalla chiusura del Pronto Soccorso e dei reparti connessi. Al suo posto ora c’è un semplice Psaut. E mentre su questa sconfitta dei cittadini qualcuno cerca anche di costruire la propria campagna elettorale per la conquista di uno scranno in Consiglio regionale, il territorio non si arrende.

Il reportage di Giuseppe Alviggi e Armando Polacco.

 

 

Agropoli, l’ultima alba dell’Ospedale civile

«Tutti a casa». Il servizio del giornalista Giampiero De Luca

Ospedale - internoClicca qui per vedere il video

Agropoli, anche fanpage si occupa della «dittatura democratica» nella Perla del Cilento

Le epurazioni dal Pd al centro dell’intervista di Gaia Bozza a Carmine Parisi

Fanpage.it è un giornale nazionale indipendente. Non appartiene ad un partito né riceve finanziamenti pubblici. È nato poco più di due anni fa e ad oggi rappresenta una realtà nel panorama editoriale italiano con circa 10 milioni di lettori al mese. Per primo è riuscito a sfruttare le potenzialità della piattaforma facebook creando la più grande community d’Europa tra i giornali, con più di 1 milione di persone che ogni giorno lo seguono e partecipano al commento delle notizie sulla pagina: http://www.facebook.com/fanpage.it

Il format a cui ha partecipato anche Carmine Parisi si chiama “Nell’Angolo” ed è una striscia video di dieci minuti con interviste su temi politici e di attualità. Lo stile è informale, giovanile, adatto ad una fruizione veloce e d’impatto.

E non ha mancato di dare spazio anche alle vicende politiche cilentane. Guarda l’intervista a Carmine Parisi

Agropoli, le epurazioni dal Pd citate da Gomez a “Piazzapulita” su La7

«Mi aspettavo che in seguito all’articolo del Fattoquotidiano.it si aprisse un dibattito che andasse al di là di quello tra i giovani del Pd»

Ieri sera è andata in onda su La7 la seconda puntata del noto programma di approfondimento politico ed economico “Piazzapulita”, condotto da Corrado Formigli. Il tema della serata era incentrato sul caso Grillo e sul recente scontro con Favia, autore di un contestato fuorionda in cui criticava la gestione del Movimento 5 Stelle, denunciando la mancanza di democrazia interna. Il giornalista e direttore del Fattoquotidiano.it, Peter Gomez, ospite in studio, nel suo intervento ha citato il caso del Pd di Agropoli, con l’allontanamento di Carmine Parisi. «E’ curioso che parliamo tantissimo del caso Favia – ha affermato Gomez - e poco di altri casi. Io - rivolto al conduttore Formigli - ti faccio un esempio: sul sito del Fattoquotidiano.it ho raccontato il caso (che mi è stato segnalato dai Giovani del Pd, sia chiaro) di un giovane del Pd di Agropoli sospeso dal suo partito, da tutti i maggiorenti del Pd di quella zona, perchè aveva denunciato comportamenti sostanzialmente criminali di quella classe dirigente. Io mi aspettavo che in seguito a questo articolo si aprisse un dibattito che andasse al di là di quello dei giovani del Partito Democratico. Assolutamente niente»

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.