Archivio maggio 2012

Agropoli: GdF sequestra un fabbricato rurale, 4 denunce

Il fabbricato rurale trasformato in palazzina con lo sbancamento nell’area sotto tutela Unesco

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi per il controllo economico del territorio e tutela ambientale disposti dal Comando Provinciale Salerno, i militari della locale Sezione Operativa Navale hanno sequestrato nel Comune di Agropoli, alla località “Difesa”, un fabbricato rurale a causa di importanti difformità rispetto ai progetti assentiti. Le misure cautelari reali sono scattate per il cambio di destinazione d’uso non autorizzato della parte agricola in residenziale e aumenti di volume che hanno comportato imponenti sbancamenti di terreno in una zona ad alta pericolosità di rischio frane ed alluvioni. Sequestrato l’edificio di circa 500 m², nonché 6.000 m² complessivi di aree circostanti.

I due proprietari, il direttore dei lavori ed il titolare della ditta esecutrice sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per reati in materia urbanistica. Gli abusi edilizi sono stati perpetrati all’interno del perimetro del “Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni”, in una zona riconosciuta “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO.

Alle operazioni ha partecipato anche personale dell’Ufficio Tecnico del Comune di Agropoli.

(Comunicato e foto Ufficiali Guardia di Finanza, Comando Provinciale Salerno)

Stazione ad Alta velocità, il sindaco di Vallo contro Alfieri: «Basta campanilismi»

Aloia si dice deluso dal comportamento del collega: «Non ci ha coinvolto»

Basta con i campanilismi, lavorare per proteggere solo la propria città è anacronistico e dannoso”. Non usa mezzi termini il sindaco di Vallo della Lucania, Antonio Aloia, per esprimere il suo disappunto verso il progetto di Alfieri di realizzare una stazione del Parco tra Agropoli e Paestum. In un’intervista a «Il Mattino», il primo cittadino di Vallo ha infatti affermato che “le vie di comunicazione devono essere a supporto di tutta l’area a sud di Salerno”.

Da quando ci siamo insediati - ha dichiarato Aloia - abbiamo proposto l’istituzione della stazione del Parco, da realizzare in una posizione strategica per il territorio al fine di garantire a tutte le comunità del Cilento la possibilità di collegamenti veloci con i centri metropolitani”. Ma ora Alfieri vuole fare tutto da sé, sembra essere il leitmotiv del sindaco di Vallo. Aloia ha dunque ribadito l’importanza di creare sinergia tra le varie municipalità cilentane. Leggi articolo…

Blitz alla Provincia, Iannone: “Con le tantissime inchieste che riguardano la precedente gestione siamo abituati alla presenza di Finanza e Carabinieri”

Il vicepresidente della Provincia: “Attenzione a non confondere Zorro con Diabolik”

«C’è stato un notevole clamore di stampa, noi lavoriamo in piena serenità perché siamo abituati alla presenza di Finanza e Carabinieri con le tantissime inchieste che purtroppo riguardano la precedente gestione». Sono le parole pronunciate dal vicepresidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, nell’intervista rilasciata a Marina Santoriello per la web Tv della provincia. «Abbiamo piena fiducia nella magistratura – ha continuato Iannone – e i nostri uffici sono a disposizione degli inquirenti e delle forze dell’ordine per dare tutti i chiarimenti del caso. Noi stessi siamo ad uso organizzare delle commissioni d’inchiesta interne che periodicamente sorvegliano sulla regolarità delle procedure e sull’operato dei nostri uffici, perché la legalità e la trasparenza rappresentano le stelle polari dell’azione amministrativa del presidente Cirielli. Mi dispiace soltanto che venga dato un clamore che non riscontro in altre occasioni quando le forze dell’ordine si recano in altri palazzi o su cantieri di opere pubbliche. Bisogna stare attenti alle strumentalizzazioni – ha concluso il vicepresidente della Provincia – perché nella confusione politica si rischia di confondere Zorro con Diabolik».

Guarda il video dell’intervista (dal minuto 3:09)

Appalti alla Provincia, carabinieri concentrati sulle carte

Il direttore dei lavori è lo stesso già indagato nelle due inchieste sulle Strade fantasma

Acquisizioni di atti alla Provincia, ora si lavora sulle carte. Silenzio in caserma, a Nocera Inferiore, il giorno dopo il blitz a Palazzo Sant’Agostino. I militari del tenente colonnello Gianfilippo Simoniello ora sono concentrati sulle carte sequestrate allo Staff della Presidenza, ai Lavori Pubblici e agli Affari generali. Si controllano dati, importi, firme, e mandati di pagamento delle determine per confrontarli con alcuni elementi investigativi che già sono nelle loro mani. Quindi per relazionare sullo stato delle cose al sostituto procuratore della Dda di Salerno, Vincenzo Montemurro. L’aria resta pesante, anche perché durante il blitz, il fotografo dell’agenzia Tanopress che si trovava di fronte a Palazzo Sant’Agostino per documentare quanto stava avvenendo, è stato aggredito verbalmente e fisicamente da un dipendente della Provincia. Immediato è stato l’intervento del consigliere del Pd Giovanni Coscia che ritiene una “prassi giornaliera la visita della Forze dell’Ordine presso gli Uffici della Provincia”; precisando che “già due anni fa furono chiesti chiarimenti sulle modalità di affidamento” degli appalti. Leggi articolo…

I Giovani Democratici di Salerno partecipano alla “Nave della Legalità” in ricordo di Falcone

La partenza stasera da Napoli direzione Palermo, dove con la marcia della legalità verrà commemorato Giovanni Falcone nel ventennale dell’attentato in cui perse la vita

Una delegazione di Giovani Democratici salernitani parteciperà alla nave della legalità in partenza questa sera dal porto di Napoli,  per raggiungere il corteo che domani 23 maggio percorrerà le vie di Palermo in ricordo del magistrato Giovanni Falcone, a vent’anni dall’attentato che fece perdere la vita a lui, alla moglie e agli uomini della scorta.

“A vent’anni di distanza – si legge nella nota diramata dalla Federazione di Salerno – e alla luce di questi nuovi e frequenti attentati che si stanno verificando in Italia, non ultimo quello di sabato a Brindisi, la sensibilizzazione e la partecipazione ad un momento così carico di pathos e senso civico, come la “marcia della legalità” assume un’importanza ancora più rilevante sul tema della giustizia e del riscatto sociale. Il nostro impegno continua e non finirà finchè la violenza e l’odio non saranno definitivamente debellati nel nostro Paese. Alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e di tantissimi ragazzi provenienti da tutt’Italia ci saremo anche noi…per non dimenticare!”

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.