Archivio novembre 2012

Salerno, trasporto pubblico: ieri il sì dell’assemblea dei soci alla ricapitalizzazione del Cstp

In alcuni mesi si uscirà dalla fase di liquidazione. Al vaglio ora una proposta di concordato preventivo

Salerno. Ieri pomeriggio nuovo capitolo della vicenda Cstp: l’83% dei soci, riuniti in assemblea, ha votato a favore della ricapitalizzazione della società di trasporto pubblico salernitana, mentre con attesa e trepidazione i lavoratori erano in presidio all’esterno del luogo dove si teneva la riunione, in Piazza Luciani. Soddisfazione è stata espressa dal presidente dei liquidatori Mario Santocchio, che ha auspicato un prosieguo rigoroso del lavoro fatto sinora e ha annunciato contestualmente la presentazione al Tribunale di una proposta di concordato preventivo. Per far fronte alle perdite, gli enti locali verseranno nelle casse del consorzio 2 milioni 912 mila euro, mentre 1 milione e 250 mila serviranno alla ricostituzione del capitale sociale. La strategia della richiesta del concordato preventivo, come spiegano i vertici aziendali, servirà per non permettere ai liquidi in arrivo di essere ‘aggrediti’ dalle parti creditorie, tenendo al sicuro i bilanci dell’ente fino all’effettiva uscita dallo stato di liquidazione, per la quale occorreranno presumibilmente alcuni mesi.

Leggi articolo…

Roma, sabato la festa della speranza dedicata ad Angelo Vassallo

La Fondazione che porta il suo nome chiede la realizzazione delle due strade che il sindaco aveva progettato

Il racconto di un uomo coraggioso, e dei suoi sogni. In primis la realizzazione di due strade: la strada del Parco e la Celso-Casalvelino Marina, le quali una volta portate a termine avrebbero dovuto collegare l’interno del Parco Nazionale del Cilento con il mare di Angelo, il mare del suo amato paese.  Sabato 1 dicembre la Fondazione “Angelo Vassallo Sindaco Pescatore” ha organizzato a Roma la “Festa della speranza e della bella politica”, raccogliendo le adesioni di oltre 60 sindaci e amministratori del nostro paese e l’adesione del Presidente della Repubblica.

Angelo Vassallo diceva che al di là del mare ci sono i sogni. Il sogno, oggi, è rappresentato proprio dalla realizzazione di queste due strade. E’ l’ultima occasione che la politica ha di lanciare un segnale a tutto il Paese, nel nome di Angelo, cercando di realizzare i suoi sogni, i sogni di un uomo giusto.

Leggi articolo…

Agropoli, flop alle primarie. Brutta figura? O “segnale” per qualcuno?

La freddezza del Pd nei confronti dell’ex assessore provinciale ai lavori pubblici potrebbe averlo spinto ad un disimpegno ritorsivo?

Agropoli. La scarsa partecipazione alle primarie di domenica scorsa ha destato non poca sorpresa tra gli osservatori politici. In tanti si sono infatti domandati se quanto accaduto abbia significato un crollo della capacità del sindaco di portare le sue “truppe” alle consultazioni del partito o invece ci sia dell’altro. Di fatto i numeri della partecipazione sono così esigui da mostrare come solo gli attivisti effettivi del centrosinistra agropolese si siano recati al seggio. E nemmeno tutti!

854 persone non sono nulla se rapportate alla solita “potenza di fuoco” cui gli Agropolesi sono stati abituati nelle mobilitazioni straordinarie degli ultimi sei anni, in tempo di consultazioni elettorali.

Ed è per questo che qualcuno ci vedrebbe un preciso segnale che il sindaco avrebbe voluto dare ai vertici del suo stesso partito. Sembra infatti chiaro ormai come da giugno scorso l’ex assessore provinciale ai lavori pubblici si veda probabilmente troppo isolato, se non apertamente evitato, negli incontri del Pd.

Leggi articolo…

Cava, operazione “Tsunami 1”: «l’inchiesta punta verso Salerno», alla Provincia

Il terremoto giudiziario sugli appalti nel Comune metelliano rischia di far sentire le sue scosse fino a Palazzo Sant’Agostino

Cava de’ Tirreni. A riportarlo è il quotidiano “la Città” di oggi. Dopo i sei arresti e le decine di perquisizioni effettuate l’altro giorno con l’operazione “Tsunami 1” condotta dai Carabinieri di Nocera Inferiore, il pm della Dda Vincenzo Montemurro punta ora alla Provincia. Nel mirino degli investigatori c’è un presunto patto per la spartizione dei lavori pubblici. E il filo rosso che collegherebbe questi fatti con l’ente provincia sarebbe costituito – secondo quanto riportato dagli organi di stampa – da assunzioni sospette di personaggi cavesi a Palazzo Sant’Agostino. Nei filoni d’indagine della procura si ipotizza un presunto “sistema” di favoritismi e scambi, fondato sull’assegnazione arbitraria di risorse, di appalti per i lavori pubblici, assunzioni e consulenze. E a fare da sfondo a questa rete di clientelismo, cementificata negli anni, ci sarebbero anche personaggi legati alla malavita organizzata.

Diversi gli spunti investigativi che hanno portato gli inquirenti nel Comune di Cava: dall’indagine sul tesseramento del Pdl alle dichiarazioni del costruttore nocerino Giovanni Citarella (già coinvolto nell’inchiesta “Due Torri”).

(c.p.)

Ghost roads: nove imputati da oggi in aula

Entra nel vivo il processo nato dalle denunce del compiano sindaco Angelo Vassallo. Alla sbarra funzionari provinciali e imprenditori edili

Strade fantasma appaltate dalla Provincia di Salerno e mai realizzate. Il processo entra nel vivo: le parti si costituiranno stamattina dinanzi ai giudici della prima sezione penale del tribunale di Salerno. Gli imputati sono nove; tra dipendenti provinciali, bancari e imprenditori.

La Provincia si è costituita parte civile, con l’avvocato Gaspare Dalia che ha anche chiesto alla Banca della Campania un risarcimento dei danni per il comportamento dei suoi impiegati infedeli. L’inchiesta, seguita dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, è partita dalle segnalazioni di Angelo Vassallo. Il sindaco di Pollica, ucciso nel settembre 2010 in un agguato ancora oscuro, portò alla luce una serie di irregolarità negli appalti pubblici di Palazzo Sant’Agostino, in particolare sulla mancata realizzazione della strada Celso-Casalvelino.

Leggi articolo…

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.