Archivio giugno 2013

Agropoli, domenica 7 luglio l’incontro Me-mmt

Il programma di salvezza economica nazionale prevede il ritorno alla sovranità monetaria

Gruppo Agropoli Me-mmtAgropoli. Si terrà presso l’oratorio Padre Giacomo Selvi (parrocchia del Sacro Cuore), domenica 7 luglio alle ore 18:30, l’incontro sul tema dell’economia organizzato dagli attivisti agropolesi ME-MMT (Mosler Economics-Modern Money Theory). Scopo degli organizzatori è  proporre un programma di salvezza economica nazionale. I relatori dell’incontro saranno Antonio Ferraiuolo di Agropoli e Riccardo Tomassetti, referente nazionale ME-MMT.

«Abbiamo voluto organizzare quest’incontro per diffondere le reali cause di questa crisi economica» hanno dichiarato gli attivisti agropolesi.

La ME-MMT nasce dalle teorie del macroeconomista Warren Mosler e si è diffusa in Italia ad opera del giornalista Paolo Barnard. «Mosler sfata – spiega Michele Siniscalchii più noti tabù economici (come l’inflazione e il debito pubblico)».

«La ME-MMT infatti sostiene che uno Stato a moneta sovrana (com’era l’Italia della lira) possa teoricamente spendere a deficit per i cittadini senza limiti. Per questo si propone l’obbiettivo di tornare ad una sovranità monetaria, abbassando la disoccupazione ad un tasso fisiologico del 3%».

Cultura, il corto “Fratelli Minori” dedicato a Moro e Impastato tra i finalisti del Genova Film festival

Il film diretto da Carmen Giardina sarà protagonista anche ad una rassegna che si terrà a Toronto, in Canada

corto fratelli minori 2Dopo il debutto al RIFF di Roma, “Fratelli minori”, il corto di Carmen Giardina interpretato da Alessio Vassallo e Paolo Sassanelli che ricorda la morte di Peppino Impastato, la prossima settimana sarà tra i finalisti del 16° Genova Film Festival e contemporaneamente ad un prestigioso appuntamento internazionale: l’Italian Contemporary Film Festival di Toronto. Pur nella durata di un corto (19 minuti) Fratelli minori affronta un tema difficile come quello degli anni di piombo e della scomparsa di Peppino Impastato e Aldo Moro attraverso il punto di vista di tre ragazzi militari di leva impegnati nei posti di blocco per il rapimento Moro.

Quella giornata, il 9 maggio 1978, sconvolgerà l’Italia e li vedrà protagonisti di una profonda presa di coscienza e di una simbolica ribellione.

Il 4 luglio il pubblico genovese potrà vederlo al cinema The Space al Porto Antico, mentre il 5 sarà proiettato a Toronto. Durante l’estate lo si potrà incontrare in molti festival lungo tutta la penisola: da Cervo (Liguria) a Bovino (Puglia), Lenola (Lazio) e molti altri.

Clicca qui per vedere il trailer di “Fratelli minori”

Cilento, il deputato Tofalo (M5S) preannuncia interrogazioni parlamentari sul dissesto idrogeologico

Domani un incontro a Torchiara. Il portavoce Lorenzo Lentini:  «Accertare le responsabilità e lo stato dei procedimenti giudiziari in corso presso la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania»

strada comunale Prignano (1)Torchiara. Dalle ore 9 alle 14 di domani, in Piazza Andrea Torre a Sant’Antuono, il M5S affronterà il problema del dissesto idrogeologico in un banchetto pubblico con Angelo Tofalo, componente della Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati. A darne notizia è il portavoce locale Lorenzo Lentini.

«Negli ultimi anni il Cilento è particolarmente interessato da frane e smottamenti, causati da lavori mal eseguiti e scarsa manutenzione del territorio – spiega Lentini – Diverse strade risultano interrotte o mal percorse: la stessa Cilentana tra Agropoli e Torchiara, la vecchia frana (mai risolta) tra Ascea e Pisciotta, altre nel tratto costiero tra Palinuro e Camerota, per citarne solo alcune ma l’elenco è molto più lungo». 

Una situazione divenuta ormai insostenibile «che tende a peggiorare – aggiunge Lentini – se non s’interviene tempestivamente. Va segnalato che nei Comuni di Torchiara e Pisciotta gli smottamenti interessano anche diverse civili abitazioni, di vecchia e nuova costruzione, alcune già sgombrate e dichiarate inagibili. Un disastro.

Il Cilento è stato trascurato e mal sfruttato per troppi anni. È giusto che Angelo Tofalo si confronti direttamente con i cittadini, approfondisca di persona le problematiche legate al territorio, mai concretamente affrontate, e s’impegni a presentare un’Interrogazione Parlamentare, anche più d’una, ai Ministri competenti (Ambiente e Giustizia) per pianificare interventi urgenti ed accertare le responsabilità, civili e penali, del dissesto ma anche lo stato dei procedimenti giudiziari in corso presso la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania. L’impegno che il MoVimento Cinque Stelle ha preso con i cittadini - conclude Lentini – deve tramutarsi in azione concreta, continua e costante, ovviamente nei limiti delle responsabilità d’incarico. Fiato sul collo alle Istituzioni per lunghi anni assenti o distratte».

Salerno, arrestato monsignor Scarano: corruzione e truffa

mons-scaranoIl prelato in manette a Roma nell’ambito di un’inchiesta sullo Ior. Secondo gli inquirenti ha fatto rientrare dalla Svizzera 20 milioni di euro di suoi amici. Due settimane fa era stato indagato dalla Procura di Salerno per riciclaggio. Ma oggi con lui sono finiti in manette anche un agente dei Servizi Segreti ed un broker finanziario

Truffa, corruzione e calunnia sono le accuse per il sacerdote salernitano, per un ex funzionario dell’Aisi, il Servizio segreto interno, e per un broker finanziario italiano che lavora soprattutto all’estero. I tre sono stati arrestati dai militari del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di finanza.

Leggi l’articolo del Fatto Quotidiano

Roma. Pd, atto d’accusa della deputata Madia: «Troppi delinquenti nel partito»

Il Fatto Quotidiano riporta le dichiarazioni della veltroniana di ferro che denuncia «vere e proprie piccole associazioni a delinquere sul territorio»

Marianna Madia«Nel Pd a livello nazionale ho visto piccole e mediocri filiere di potere. A livello locale, e parlo di Roma, facendo le primarie dei parlamentari ho visto, non ho paura a dirlo, delle vere e proprie piccole associazioni a delinqueresul territorio». A pronunciare il pesante j’accuse ai quadri dirigenti del Partito democratico e alle diramazioni territoriali a Roma non è una grillina, un’estremista di sinistra, ma Marianna Madia, giovane deputata Pd alla seconda legislatura.

L’occasione è il tour di Fabrizio Barca, ex ministro della Coesione Territoriale nel governo Monti, che gira il Paese in vista del congresso del partito. A darne ampio risalto sulla stampa nazionale è stato il Fatto Quotidiano.

«Quello che racconta Marianna Madia – ha dichiarato l’ex ministro – in Calabria, ad esempio, lo vedi benissimo, assume toni drammatici. In quella terra il partito è diviso tra veri e propri capibastone che vengono dal passato e un 25% di partito straordinario. Quello che ci hai detto in modo molto libero la gente lo vede. Le persone a quel punto scelgono altri».

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.