Archivio 19 aprile 2014

Agropoli, il Tar respinge l’istanza del Comune per la riapertura dell’Ospedale

I giudici amministrativi depositano le motivazioni della sentenza. La questione andava affrontata in sede politica

Ospedale 022Agropoli. L’ospedale resta chiuso: depositate le motivazioni della sentenza emessa dalla prima sezione del Tribunale amministrativo regionale della Campania in seguito al ricorso per la riapertura presentato dal Comune cilentano unitamente a quelli di Castellabate e Torchiara. Il collegio giudicante ha trovato il ricorso “in parte improcedibile, in parte deve essere dichiarato inammissibile, in parte deve essere dichiarato irricevibile”.

Nel corpo della sentenza i giudici amministrativi sottolineano che “l’intervento legislativo della Regione Campania non da adito a dubbi di legittimità costituzionale, poiché è coerente con la necessità, non soltanto intrinseca alla doverosità della realizzazione dell’azione di rientro del disavanzo nel settore sanitario richiesta alle Regioni ma perfino postulata in modo espresso dalla legislazione nazionale di settore”. Inoltre i giudici nelle motivazioni dichiarano costituzionale l’atto di chiusura perché è stato istituito il Presidio di Primo soccorso ambulatoriale territoriale.

Si chiude quindi così la vicenda giudiziaria legata all’Ospedale di Agropoli. Un presidio che invece di essere difeso nelle sedi opportune, ossia quelle politiche, ha rappresentato solo l’occasione di nuove parcelle per gli avvocati. Una strada che non ha inciso sul destino del nosocomio cilentano ma i cui effetti si riversano ora sulla popolazione.

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.