Archivio 16 aprile 2016

Agropoli, trivelle: ferve l’attesa per il voto referendario

Il comitato “No Triv” chiude la campagna referendaria: «stiamo per raggiungere il quorum», «il richiamo del Governo all’astensionismo non sembra aver fatto alcuna presa ad Agropoli, né tra i cittadini né tra le varie forze politiche, tanto che persino esponenti di spicco dell’amministrazione comunale, targata Pd, hanno apertamente sostenuto la battaglia per il “SI”, vale a dire per fermare le trivellazioni entro le 12 miglia dalla costa»

AgropoliAgropoli. Si è chiusa ieri sera la campagna messa in campo dal Comitato “Agropoli No Triv”, in vista del referendum abrogativo di domenica 17 aprile.

I partiti ed i movimenti della Sinistra, riuniti nel Comitato, hanno distribuito volantini e materiale informativo fino alla mezzanotte, quando è cominciato il silenzio elettorale, spiegando fino all’ultimo l’importanza dell’andare a votare e del votare “SI”.

Da quanto si è potuto constatare, soprattutto negli ultimi venti giorni, non dovrebbe essere difficile raggiungere il quorum. Il richiamo del Governo all’astensionismo, infatti, sembrerebbe non aver fatto alcuna presa ad Agropoli, né tra i cittadini né tra le varie forze politiche, tanto che persino esponenti di spicco dell’amministrazione comunale, targata Pd, hanno apertamente sostenuto la battaglia per il “SI”, vale a dire per fermare le trivellazioni entro le 12 miglia dalla costa.

Peraltro, non c’è stata alcuna organizzazione o gruppo che si è palesemente impegnato per il “NO”.

Quindi, da tutto ciò, il Comitato “Agropoli No Triv” trova ottime ragioni per sperare in un’esaltante risultato, ossia in un’ottima affermazione del “SI”, che ripagherebbe gli sforzi fatti dalle compagne e dai compagni anche con una maggiore fiducia nel futuro della Sinistra.

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.