Archivio agosto 2016

Agropoli, il Comune replica alla Sinistra sull’applicazione della legge Cirinnà

Il presidente del Consiglio, Luca Errico, risponde all’interrogazione di Sel, Azione Civile e Rifondazione: «l’ufficio anagrafe si sta attrezzando per adeguarsi alla normativa»

Cirinnà-DamianoAgropoli. «Si tratta di un atto di gestione. L’ufficio anagrafe si sta già attrezzando per adeguarsi alla normativa in materia di unioni civili anche senza il nostro intervento». È la risposta del presidente del Consiglio comunale, Luca Errico, all’interrogazione avanzata da Sinistra e Libertà, Azione Civile e Rifondazione comunista a proposito dell’applicazione, presso il Comune di Agropoli, della legge Cirinnà.

I tre movimenti della Sinistra, infatti, avevano sollecitato l’ufficio anagrafe ad istituire il registro previsto dalla nuova legge approvata dal Parlamento. La replica del presidente del Consiglio comunale è comparsa sul quotidiano “la Città” di quest’oggi.

Agropoli, la Sinistra interroga il Comune sull’applicazione della legge Cirinnà

Iniziativa di Sinistra e Libertà, Azione Civile e Rifondazione comunista

Monica CirinnàAgropoli. Una lettera aperta indirizzata al sindaco, al Presidente del Consiglio comunale ed al Responsabile dell’Ufficio anagrafe per sapere se il Comune ha provveduto ad adottare le prescrizioni contenute nella legge Cirinnà. È il sunto della nuova iniziativa di Sinistra e Libertà, Azione Civile e Rifondazione comunista, con la missiva che si riporta di seguito.

«I sottoscritti, rappresentanti dei movimenti politici in intestazione, rappresentano quanto segue:

PREMESSO

che l’11 maggio 2016 il legislatore ha approvato in via definitiva la legge n. 76/2016 recante “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze” ai sensi degli artt. 2 e 3 della Costituzione;

che detta legge è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 118 del 21 maggio 2016 ed è entrata in vigore il successivo 5 giugno 2016;

che il Governo ha emanato il decreto attuativo recante “disposizioni transitorie per la tenuta dei registri nell’archivio dello stato civile” ai sensi dell’art. 1, comma 34, della l. n. 76/2016, in data 23 luglio 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 175 del 28 luglio 2016.

I sottoscritti,

CHIEDONO

se presso il Comune di Agropoli è stato istituito il registro provvisorio delle unioni civili ex art. 9 D.P.C.M. e se l’organo politico ha provveduto ad emanare le dovute disposizioni ai competenti uffici, in particolare all’Ufficio anagrafe, per la concreta attuazione della legge de qua».

San Gregorio Magno: Maria Perna compie cento anni

Nel Comune salernitano si festeggia il centesimo compleanno di nonna Maria

Maria Perna (2)San Gregorio Magno. “Oggi compio un anno”, scherza così nonna Maria nel giorno del suo centesimo compleanno. Nata il 24 agosto a San Gregorio Magno, un piccolo borgo in provincia di Salerno, Maria Perna, ha vissuto le due guerre mondiali, la Monarchia e la Repubblica.

Per l’occasione è stata celebrata una Santa messa da don Roberto Piemonte, parroco del Comune salernitano in Chiesa Madre. I festeggiamenti poi sono continuati in un ristorante del posto, per degustare un buon pranzo in compagnia di amici e parenti.  Tanta emozione tra le persone presenti per celebrare l’importante traguardo raggiunto da nonna Maria. Una donna che ha fatto dell’umiltà il suo cavallo di battaglia. Non si è mai arresa ogniqualvolta sono sopraggiunti problemi nel corso della sua vita, restando un punto di riferimento per tutta la sua famiglia.

Passo lento ma deciso, piccola di statura e di una lucidità estrema, la nonnina gregoriana ricorda perfettamente le sue avventure di quando era una giovane donna, le prime esperienze lavorative, il suo amore incondizionato per un solo uomo, suo marito, ringraziando uno per uno tutti gli amici e i familiari accorsi alla sua festa.

Una maestra della pasta fresca, ancora oggi la si vede all’opera nella preparazione di ottimi cavatelli e fusilli, da far invidia ai migliori pastai della zona, per non parlare del famosissimo piatto tipico gregoriano: “R patan cnzuat” che prepara utilizzando la ricetta antica. Non solo, Maria è un’esperta anche dei prodotti biologici, un’altra sua passione è la coltivazione di un orticello che ogni anno porta i suoi buoni frutti, insomma, la centenaria è una donna con un ricchissimo bagaglio esistenziale e culturale. Nonostante la sua età, la signora Perna è un vulcano di forze, non resta un minuto ferma e se qualcuno vuole contraddirla ha sempre la risposta giusta.

Tanti e tanti cari auguri Nonna Maria per le tue cento candeline, che la vita possa continuare a regalarti emozioni uniche giorno dopo giorno.

Agropoli, questione sicurezza. M5S: «non è più il tempo di tacere»

«La politica ha tra le sue irrinunciabili priorità quella di garantire la sicurezza e la serenità della vita dei cittadini che amministra»

Municipio AgropoliAgropoli. «“Incendio nella notte, a fuoco un deposito edile, ingenti i danni”. “Centro Storico due auto distrutte da un incendio, una terza danneggiata”. “Agropoli: Sparatoria in via Piave”.Furti e rapine frequenti in esercizi commerciali e private abitazioni, continui borseggi al mercato settimanale. Ultimo, “Shock ad Agropoli, giovane accoltellato alle spalle: è grave”».
Il meet up del Movimento 5 Stelle di Agropoli, coordinato da Consolato Caccamo, interviene sugli ultimi fatti accaduti in città e lancia l’appello: «è arrivato il momento che la nostra coscienza non può più tacere. Sono troppi gli episodi che negli ultimi mesi hanno fatto assurgere la nostra comunità all’attenzione della cronaca».

«Premesso che nessuna polemica o strumentalizzazione politica è nelle nostre intenzioni – chiariscono i redattori della nota – da semplici cittadini sentiamo il dovere morale e civico di richiamare l’intera comunità, istituzioni in primo luogo, ad una riflessione più profonda e seria sulla deriva che la nostra città sta subendo a seguito degli episodi di violenza a cui sembra che le autorità cittadine non avvertano il dovere di dare un risalto e una luce adeguati. Non è più tollerabile che chi ha responsabilità di governo del territorio non condanni e non stigmatizzi con la dovuta forza il contesto da cui scaturiscono tali episodi. Quando ci riferiamo a questi fenomeni lo facciamo pensando ad un clima, ad un non meglio specificabile fattore scatenante che ha prodotto episodi gravi, tali da mettere in pericolo la vita stessa di alcuni dei suoi membri. La politica ha tra le sue irrinunciabili priorità quella di garantire la sicurezza e la serenità della vita dei cittadini che amministra. Pertanto, chiediamo che il Sindaco di Agropoli e le istituzioni cittadine tutte si pronuncino in modo chiaro, inequivocabile, con risposte concrete e le azioni che intendano intraprendere al fine di  rimettere al centro del proprio operato la sicurezza ed il controllo del territorio – conclude la nota del M5S – in modo più efficace e percepibile».

Agropoli, giovedì una serata dedicata ai giovani ed al jazz

Carla Marciano Quartet all’Elysium per l’estate agropolese

Carla_MarcianoAgropoli. Una serata dedicata ai giovani ed al jazz. È ciò che gli organizzatori dell’evento in programma per giovedì 18 agosto p.v. hanno voluto realizzare all’Elysium con Carla Marciano Quartet.

L’estate agropolese, infatti, punta a qualificarsi anche nel campo della cultura, culinaria e musicale. Ed è in questo contesto che si inquadra l’esibizione di Alessandro La Corte al pianoforte, Aldo Vigorito al contrabbasso, Gaetano Fasano alla batteria e Carla Marciano al sax contralto e sopranino.

La Marciano, compositrice salernitana, è considerata dalla critica specializzata tra i migliori talenti del jazz italiano ed europeo. Apprezzata sia per la grande passionalità ed energia, quanto per il fraseggio particolarmente articolato e l’inconsueta vena interpretativa e compositiva, è inoltre annoverata tra i principali musicisti di jazz che usano il sassofono sopranino, uno dei sassofoni più difficili da padroneggiare, strumento poco comune e poco utilizzato. Nel 2013 è stata tra i vincitori della categoria “miglior altosassofonista” del 35°Annual Jazz Station Awards, diretto dallo storico di jazz, produttore discografico e giornalista Arnaldo DeSouteiro. Nel 2010 Carla Marciano ha ricevuto il Premio Internazionale Principessa Sichelgaita, con medaglia della Presidenza del Senato della Repubblica Italiana per la sezione “Arte”.

Giovedì, alle 21:30, sarà alla cena spettacolo presso l’Elysium. Un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di jazz.

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.