Sull’istituzione del “dipartimento mamme” ad opera di Matteo Renzi

maxresdefaultSentite sentite cosa sta avvenendo nel Pd: l’On. Patrizia Prestipino, membro della direzione nazionale del partito di Renzi, è tutta sgargiante. Ha avuto, infatti, un alto incarico dal suo segretario: quello di creare il dipartimento mamme per salvaguardare la “razza italica” ed incentivare la proliferazione e le nascite di pargoletti “italiani”.

Altro che ius soli, che ne vogliamo fare di pargoli di colore e… di colori? Sembra il dilemma subconscio di chi ha partorito questa originalissima idea, anche questa molto ma molto italica… alla toscana potremmo aggiungere.

Così si ritorna al passato. Passato brutto, tragico per tutto il mondo. Annullando la grande e coraggiosa intuizione di Albert Einstein che definì, in modo perentorio, l’esistenza di due solo razze che popolano il nostro Pianeta: la razza umana e quella animale. Ognuno scelga per le sue attitudine a quale di queste vuole appartenere, lasciando stare razze e razzette improntate al colore della pelle o dei capelli o… del portafogli. O ancora peggio alle dannate confessioni religiose.

In ultimo, con la speranza che qualcuno ricordi e ravveda tutto l’armamentario etico-genetico delle proprie teorie in materia di evoluzione umana, da non strumentalizzare per rastrellare voti per un partito che ogni giorno dà segno di dilettantismo pericoloso e cialtrone, vogliamo ricordare a quella fervida mente che ha partorito questa italica idea, che all’incirca nel 1942, o giù di lì, in piena guerra di conquista, già un altro germanico statista, che voleva appropriarsi del mondo per farlo governare alla bionda genìa germanica-nazista, lanciò l’operazione Lebensborn, che consisteva nel fare accoppiare ufficiali scelti in base a caratteristiche di marcati tratti albionici delle SS con donne giunoniche rastrellate un po’ nei paesi del nord con preferenze per l’Olanda e la Svezia, il tutto per creare una nuova razza germanica, bella, intelligente e guerriera. Peccato cha alla fine della guerra le armate alleate Usa e Urss scoprirono un campo riservato di povere donne spersonalizzate e di innumerevoli bambini più simili a piccoli mostriciattoli.

Andiamoci piano quando si parla di razze.

Direttore responsabile:
Giuseppe Maniaci

Editore:
Associazione «Trasparenza & Legalità»

Segui Trasparenza & Legalità



redazione@trasparenzaelegalita.it

Le immagini raffiguranti loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Trasparenzaelegalita.it è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti su Trasparenzaelegalita.it sono state in parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.